1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Vacanze verdi

stradaalberiLa verde Val di Merse, con le sue acque e le sue distese, può essere attraversata in tanti modi, ma, per assaporarla maggiormente, è consigliato farlo a piedi o a cavallo, in modo da vivere il viaggio come un'esperienza indimenticabile. Anche la bici è uno dei mezzi che può essere sfruttato per esplorare la valle, grazie ai numerosi percorsi alla portata di tutti, anche delle famiglie.

 

 

Turismo rurale in Val di Merse 

A pochi passi da Siena, un gruppo di imprenditrici del turismo rurale ha dato vita all'associazione "La Toscana da noi", una rete di servizi di ospitalità, agriturismi, bed & breakfast, centri benessere, camere, appartamenti, agricampeggio, ostelli, ristoranti.

Unite dall'amore per un territorio dove abbiamo scelto di vivere, vogliamo proporlo come luogo di vacanza.

 

 

Uomini e cavalli in Val di Merse 

Spostarsi a cavallo in Val di Merse significa compiere un’esperienza preziosa, significa abbandonare i nostri ritmi usuali ed entrare dentro i tempi e gli spazi dilatati del passato. Si viaggia nei territori del sogno.

Significa percorrere le colline ove i famosi falconieri a cavallo del grande Imperatore Federico II di Svevia scrutavano il cielo in cerca dell’airone e del germano reale, che ancora oggi popolano questo cielo insieme ad altri esemplari di avifauna come il nibbio, il biancone ed altri.

 

 

Cicloturismo per tutti 

Di grande utilità per gli appassionati di cicloturismo la pubblicazione "Terre di Siena - Val di Merse in bici". Guida a 11 percorsi cicloturistici in Val di Merse, con descrizione dei percorsi, cartine dettagliate e altimetria, indirizzi e informazioni utili sul territorio.

Un altro riferimento indispensabile per chi volesse organizzare una vacanza in bicicletta nella provincia di Siena è il sito internet inbici.terresiena.it strumento di grande utilità pratica, il punto di partenza ideale per pianificare una gita in bici o un vero e proprio viaggio nel cuore della Toscana.

 

 

Le acque del Farma e Petriolo 

Quelle di Petriolo erano le terme preferite da Papa Pio II. Il fiume Farma segna il confine naturale tra le province di Siena e Grosseto, ma soprattutto è la linea di demarcazione tra due realtà storicamente molto diverse: la civiltà mercantile da un lato e l’economia del bosco e delle miniere dall’altro.

Nasce dalle Colline Metallifere per poi confluire nelle acque del Merse e unirsi successivamente al corso dell’ Ombrone.

 

 

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

GUARDA IL VIDEO

SCARICA LA BROCHURE

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Chianciano Terme:la ninfa e la super luna su Facebook #Chianciano Terme:the Nymph and the Supermoon on Fb page #Tuscany #ToscanaOvunqueBella pic.twitter.com/OvCfAEN8HJ
Terredisiena Tra la terra e il cielo, l'Abbazia di #SanGalgano . Between Earth and sky, San Galgano Abbey. Ph. Crdits Francesco Santantoni Flickr #Tuscany pic.twitter.com/yuDqQYmBtp
Terredisiena "Ghino di Tacco veglia ancora su Radicofani, lo sguardo come una freccia verso la cima della sua Rocca." #Toscana amarisla.com/radicofani-cosa-vedere-borgo-ghino-tacco/ pic.twitter.com/2k4liCvUZm

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.