1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Olio

oliveE’ noto che l’olio è il prodotto che meglio incarna le società mediterranee. Principale fonte di materie grasse delle diete contadine, l’olio ha acquisito una posizione centrale nella cucina tradizionale, impiegato a crudo e a cotto.

A crudo, l’olio equilibra e accorda i sapori divenendo condimento cioè una sostanza dal sapore forte destinata a mettere in risalto il gusto degli alimenti che accompagna. L’olio non si invecchia, la sua consumazione dura il periodo che va da una raccolta a quella successiva. Ma il prodotto non conserva inalterato né il sapore, né il colore, né la densità. Per alcuni mesi dopo la pressione, l’olio resta verdastro e opaco, di un sapore piccante e acidulo. Questi caratteri si attenuano progressivamente, il gusto si fa più rotondo e meno frizzante, il colore si chiarifica e diventa limpido.

Negli ultimi anni l’alta qualità dell’olivicoltura delle Crete è stata ufficialmente riconosciuta da un apposito marchio. Si raccomanda allora di eseguire le degustazioni apprestate dalle vendite dirette con la tradizionale "fettunta" (letteralmente fetta-unta): fetta di pane agliata, irrorata (unta) d’olio e con un pizzico di sale.

 

 

Il gusto delle Crete 

I sapori di una gastronomia di altri tempi sopravvivono e vengono valorizzati da una cucina che non tradisce le proprie radici. Per parlare della cucina tradizionale occorre chiarire che l'alimentazione contadina è stata essenzialmente un fatto di sopravvivenza.
La dieta del mezzadro era povera di carne e ricca solo di farinacei e prodotti stagionali dell'orto. Anche il pane, nutrimento per eccellenza, andava inteso in senso lato, ossia non solo di grano ma di ogni vegetale panificabile come il mais, l'avena, l'orzo.

 

 

Pecorino 

Il Pecorino delle Crete senesi è ottenuto dalla lavorazione del latte che si ottiene dalle pecore che pascolano libere nelle Crete, un paesaggio brullo ma ricco di cespugli aromatici che riempiono di sapide sfumature un formaggio eccellente da gustare sia fresco che stagionato. E’ gustoso se abbinato al miele e ai pregiati vini delle Terre di Siena.

 

 

 

L'oro bianco delle crete 

A cavallo tra le Crete e la Val d'Orcia si estende il territorio di San Giovanni d'Asso. Questo intreccio di vallecole ripide crea le condizioni ambientali idonee per la nascita del più pregiato dei tuberi: il tartufo.
Ben 40 ettari di tartufaie sono oggi monitorati, tenuti sotto controllo con una banca dati e inseriti nel piano regolatore del Comune. Il tartufo è infatti una sentinella ecologica che segnala la degradazione ambientale.

 

 

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

GUARDA IL VIDEO

SCARICA LA BROCHURE

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Sulla nostra pagina Facebook gli eventi e le descrizioni per la nuova edizione del #TrenoNatura ! #Toscana #ValdOrcia pic.twitter.com/2GCMKlZ69Z
Terredisiena Amiata: il più grande vulcano spento della #Toscana . Mount #Amiata : the biggest extinguished volcano in #Tuscany . Ph via @SIENANEWS website pic.twitter.com/aliMzzZXYm
Terredisiena Val d'Orcia: un amore di posto da visitare a piedi. Val d'Orcia: a lovely place to visit slowly. paginedi.it/blog/viaggiare-lento-con-walden-viaggi/val-d-orcia-un-amore-di-posto- #Tuscany #Tuscany pic.twitter.com/cIv3rorhxX

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.