1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Su e giù tra badie e castelli

Area: Chianti


  • Punto di partenza e arrivo:
    Castelnuovo Berardenga
  • Livello di difficoltà: Impegnativo
  • Lunghezza: 28 Km
  • Dislivello: 440 m
  • Tipo di strada: Misto
  • Tipo di bici: Mountain Bike
  • Per chi: Cicloamatori, Cicloturisti

  • Note:

    Itinerario abbastanza breve ma, come spesso accade nel Chianti, dall’andamento altimetrico decisamente vario. Non ci sono lunghe salite ma la pianura è quasi assente lungo i 27 km che passano per Badia a Berardenga (IX sec.), Monastero d’Ombrone (castello dell’XI sec.), il castello di Montalto (XI sec.) e sfiorano il borgo medievale di Montebenichi.


  • Descrizione:

    Ciclisti tra i cipressi del ChiantiSi comincia a pedalare in direzione di San Gusmè sulla S.S. 484; dopo circa 1 km si piega a destra su un tracciato sterrato che oltrepassa il fiume Ombrone e raggiunge la località Casalbosco (3 km). La strada si fa più ampia e si comincia a pedalare nel bosco per altri 3 km fino ad uscirne nei pressi di alcuni casolari abitati; da qui il tracciato è segnalato come SC 2. Una ripida discesa porta a Badia Berardenga, costruzione fortificata e attualmente fattoria. Si prosegue ancora in discesa fino a toccare la S.S. 540 che seguiamo in direzione Ambra per circa 1 km fino a una deviazione sulla sinistra verso il Monastero d’Ombrone, antico castello medievale attualmente recuperato a fini turistici. La strada, segnalata come SC 1, è nuovamente sterrata e sale dolcemente al Castello di Montalto di cui restano visibili alcuni tratti di cinta muraria. Appena prima di entrare nel piccolo borgo, oggi agriturismo, una strada sulla sinistra, in discesa, costeggia le mura; ad una prima biforcazione si tiene la destra, sempre in mezzo al bosco, fino ad incontrare nuovamente la SS 540 che va seguita per circa 2 km in direzione di Ambra. Raggiunta l’indicazione per Montebenichi si lascia la strada principale e si gira a sinistra sulla via asfaltata che parte subito in salita. Oltrepassata la fattoria La Selva si prosegue in costante e pedalabile ascesa lungo un crinale che regala ampie veduta sul Chianti a cavallo tra le province di Siena e Arezzo. Poco prima di Montebenichi, ben visibile sul poggio di fronte ad appena 1 km di distanza, all’altezza di un incrocio, si lascia l’asfalto imboccando una discesa sterrata sulla sinistra con molte curve dalla ripida pendenza che raggiunge il torrente Rigo; da qui inizia il tratto più impegnativo che attraversa un fitto bosco solcato da numerosi ruscelli (all’inizio della salita sulla destra è visibile una sorgente). Superato un dislivello di circa 100 metri si raggiunge l'imponente Villa Arceno, oggi azienda agricola. Ancora 2 km su strada bianca fino alla S.S. 484 in vista di Castelnuovo Berardenga.

     

  • Su e giù tra badie e castelli

Facebook

Twitter - @Terredisiena

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.