1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Vecchi Mestieri

Un viaggio dove l’approccio sensoriale è fortemente stimolato dall’incontro con materiali e sapori tutti da sentire, da toccare, da guardare, da mangiare e da annusare.
I cinque sensi per capire e fare; alla ricerca di tutte quelle mani che hanno fatto in modo che antiche tradizioni arrivassero fino ai nostri tempi e che, pazienti, lavorano ancora come una volta.
La tutela dell’ambiente e della sua storia, ingredienti sapienti dell’armonia, fanno in modo che tradizioni preziose non vengano dimenticate ma che continuino ad essere risorsa di valori per il presente.

Gli artigiani

Incontri formativi alla ricerca di tutte quelle mani che hanno fatto in modo che antiche tradizioni arrivassero fino ai nostri tempi e che, pazienti, lavorano come una volta.

Tra passato e presente

Centinaia di mani hanno lavorato lasciando testimonianze che sono diventate tradizioni e parte della storia nelle Terre di Siena, oggi ancora rappresentate da una importante risorsa economica.
Mestieri antichi che i bambini potranno osservare da vicino: l'arte antica del carbonaio, la lavorazione della creta, la escavazione del minatore, la magia del cristallo.

▼ Viaggio nelle Emozioni

Spezieria Santa Fina…

L’allestimento è estremamente avvincente per i bambini  poiché riproduce la farmacia come era una volta -una delle più antiche della Toscana- con i suoi aromi e i suoi arredi; la parte della “cucina”, il luogo ove si preparavano i medicinali, e nella “bottega”, preposta alla vendita dei prodotti,  che erano contenuti in vasi ceramici e vitrei di altissimo pregio. 
Un’altra particolare attrazione, per i bambini saranno l’esposizione degli medicamenti antichi, quali l’olio di scorpioni, oltre ad alcuni dei componenti utilizzati nella preparazione delle medicine, come la mandragola o le pietre preziose
 
Il Museo offre approfondimenti didattici per le scuole. 
 
Museo Archeologico, Spezieria di Santa Fina, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” 
Via Folgore, 11 
53037 San Gimignano (Siena) 
tel. 0577 941388 
 

Museo Minerario…

Museo Minerario

Il Monte Amiata, il vulcano “buono” e pieno di sorprese -la neve, i boschi, l’acqua calda- è, anche letteralmente, una miniera da scoprire. La montagna, ricca di giacimenti di prezioso cinabro, oggi sito di quella che possiamo chiamare archeologia industriale, ha un passato di attività minerarie, importanti per l’economia della zona anche se durissime per l’uomo.

Una composita cittadella mineraria si sta aprendo pian piano al pubblico per mostrare quelle che erano le tecniche e le tipologie di lavoro legate all’estrazione proto-industriale.

Per i bambini una visita al Museo Minerario di Abbadia San Salvatore permetterà di approfondire istruttivamente l’argomento, reso vivo dall’incontro (su prenotazione) con minatori “originali” che con casco e piccozza li porteranno a estrarre qualche scheggia di minerale da portare a casa e con i loro racconti li faranno entrare in un mondo sotterraneo pieno di sorprese.

Il Museo offre approfondimenti didattici per le scuole.

Parco Museo Minerario
Area Mineraria
53021 Abbadia San Salvatore
Tel 0577 778324

Per approfondire: www.museisenesi.org

Museo del Cristallo…

Museo del Cristallo

Le trasparenze da guardare - Colle Val d’Elsa

La magia di un oggetto di vetro è sicuramente uno spettacolo di grande fascino offerta da Colle Val d’Elsa con la sua produzione di cristallo e vetro, dove l’artigianato artistico può dare modo di avvicinarsi ad uno dei più antichi e preziosi mestieri. 

Una visita al Museo del Cristallo permetterà di approfondire visivamente l’argomento e conoscere la storia del lavoro legata alla produzione. Inoltre consentirà ai bambini di godere di uno spettacolo fatto di immagini e suoni all’interno della foresta di cristallo, dove la fantastica visione di cristalli appesi al soffitto si mescolerà al suono armonioso e unico che gli stessi producono con lo spostamento anche lieve dell’aria. 

Il Museo offre approfondimenti didattici per le scuole.

Museo del Cristallo 
Via dei Fossi, 8/A - 53034 Colle Val d’Elsa 
tel. 0577 924135 

Per approfondire: www.cristallo.org - www.museisenesi.org

Museo della Terracotta…

Museo della Terracotta

A Petroio, vicino Trequanda, c’è un Museo dedicato alla terracotta. Nel territorio, grazie alla presenza di vene di argilla, si è sviluppata una tradizione ormai antichissima: quella della creazione di manufatti in terracotta di altissima qualità artistica. Nel Museo è possibile seguire il filo della storia e l’evoluzione della produzione

Tutto assume un sapore diverso, però, se la storia è raccontata direttamente da un artigiano che, oltre a “raccontare”, assisterà i bambini nella parte di laboratorio (su appuntamento). I piccoli visitatori potranno portarsi a casa gli oggetti realizzati, piccole memorie dell’esperienza vissuta in un antico e suggestivo borgo immerso nella campagna e nel suo apparente silenzio.

Il Museo offre approfondimenti didattici per le scuole.

Museo della Terracotta di Trequanda 
Via Valgelata 10, Petroio - 53020 Trequanda 
0577 662114 - 0577 665188 

Per approfondire:  www.museisenesi.org

Museo del Bosco…

Museo del Bosco

E’ sempre molto suggestivo passeggiare in un bosco, ascoltarne i rumori e cercare di riconoscere i versi degli animali, soprattutto se l’attenzione è seguita o sollecitata da una guida naturalistica. 

Un’occasione di conoscenza in più si può avere se si visita il Museo del Bosco ad Orgia, un Museo etnografico pieno di informazioni sul rapporto che nel tempo l’uomo ha intessuto con il bosco. 

Il Museo raccoglie e valorizza le testimonianze della vita e del lavoro degli uomini nello spazio forestale. Il Museo si trova a Orgia, nel Comune di Sovicille ed è ricavato da un capanno agricolo. L’allestimento si articola su diversi piani: dal bosco nelle emozioni, con riferimenti artistici e letterari, alla presentazione del territorio e delle attività produttive che in passato si svolgevano nel bosco, con scadenza stagionale, illustrate da una collezione di strumenti, fonti orali e immagini di archivio. 

Una rete di sentieri attrezzata, che si dirama verso le colline dell’Alta Val di Merse, offre ai visitatori un percorso lungo le tracce della presenza contadina, della lavorazione della castagna e delle professioni del passato legate all’ambiente forestale: i taglialegna, i carbonai, i vetturini. Lungo il percorso “le carbonaie” è possibile approfondire la conoscenza della tecnica della trasformazione della legna in carbone. 

Il Museo offre approfondimenti didattici per le scuole.

Museo Etnografico del Bosco,Orgia - 53010 Sovicille 
tel 0577 582323 - 0577 342097

Per approfondire: www.museisenesi.org

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Amiata: il più grande vulcano spento della #Toscana . Mount #Amiata : the biggest extinguished volcano in #Tuscany . Ph via @SIENANEWS website pic.twitter.com/aliMzzZXYm
Terredisiena Non servono parole nell'ora della bruma. No words are needed in the mist hour. Credits Giuseppe Moscato via @VisitTuscany #Toscana #Tuscany pic.twitter.com/SnQMHo3Cgx
Terredisiena Tra la terra e il cielo, l'Abbazia di #SanGalgano . Between Earth and sky, San Galgano Abbey. Ph. Crdits Francesco Santantoni Flickr #Tuscany pic.twitter.com/yuDqQYmBtp

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.