1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

L'arte del fare

cestaioNei monti dell'Amiata è possibile incontrare i bottegai, anziani maestri, falegnami, fabbri, artigiani che lavoravano o lavorano tutt'ora con tecniche particolari che vengono tramandate di generazione in generazione.
Parliamo e scambiamo idee su questo argomento con Fabio Gonnella, fabbro ferraio di Abbadia San Salvatore.

Lui ama definirsi “testimone futuro di eredità secolari”. Nella sua bottega il know how ha 400 anni, è vecchio quasi come l’America.
Fabio ha raccolto uno straordinario patrimonio di conoscenza grazie all’ultimo Coppi, fabbro ferraio, nonché nonno della donna che ha sposato.
L’anziano maestro, individuando presto le sue qualità, l’ha investito formalmente suo erede, conducendolo in un posto non distante da Abbadia, dove da epoche remote i suoi antenati prendevano particolari pietre che, ridotte in polvere, venivano usate per la saldatura del ferro.

Mentre ci racconta tutto questo, Fabio lavora un ferro incandescente con l’aiuto di un antichissimo maglio di 400 chili: c’è qualcosa di arcaico (lo strumento) e di estremamente attuale (l’uomo) in quest’immagine.
Oltre al dono di saper essere fabbro, Fabio sa comunicare molto bene con la forza della passione.

Usa parole e gesti che vengono da dentro e da un tempo lontano: «Che grande emozione lavorare con tecniche ancora segrete, che si tramandano per secoli da maestro ad allievo! Anche da queste cose si può comprendere perché le figure dei fabbri anticamente assumevano nell’immaginario collettivo aspetti molto particolari, come dei potenti alchimisti che dominando acqua, aria, terra e fuoco forgiavano gli strumenti per la vita e per la morte.
Basti pensare che da una bottega di fabbro venivano fuori quasi tutti gli strumenti indispensabili per affrontare la vita quotidiana, dagli utensili per cucina agli attrezzi per la campagna, alle armi».

Nell’epoca del prestampato, dei prodotti “artigianali in serie”, dell’inconsistenza virtuale, dei materiali compositi c’è ancora una bottega dove vive un uomo che forgia la materia progettando senza computer, lavorando col fuoco, in sintonia con un braccio di 4 quintali.
Lui è un potente alchimista, un gentiluomo che regala momenti di conoscenza con l’intensità di una passione totalmente priva di retorica.
Quando usciamo dalla bottega ci chiarisce il dilemma: molto meglio il bello senza perfezione dove vive la passione e dove le parole hanno la consistenza dell’autenticità.
Ancora più bello scoprire luoghi e persone che non tradiscono le proprie radici, ignorando ogni forma di omologazione.

Troviamo conferma di questa sensazione in un’altra bottega dove il profumo del pecorino suona come una provocazione a cui è impossibile, ma soprattutto inutile e dannoso, resistere: lì dentro, in spazi angusti, c’è di più di quello che fisicamente potrebbe esserci, dai funghi alle bambole.
Pinzi Pinzuti è il nome: indimenticabile.
Al banco c’è Marcellina che con orientale tranquillità e amiatina gentilezza guida gli avventori in questo intricato labirinto di sapori. Come un maestro tibetano, senza parole, vi mostrerà senza possibilità di replica che la fretta è dei perdenti.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

GUARDA IL VIDEO

SCARICA LA BROCHURE

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Scopri le storie intorno a Luca Cava su www.facebook.com/TerrediSiena/ Check the stories about Curious Luca Cava on our FB page! #Siena #Tuscany pic.twitter.com/pmQohodveW
Terredisiena Wine&Siena Capolavori del Gusto si avvicina! 21 e 22 gennaio i sapori del vino si mescolano con l'arte e la storia di #Siena . Evento su FB. pic.twitter.com/6GWZa9BhEK
Terredisiena Il Ponte della Pia: un'altra storia #toscana -Facebook- Pia's Bridge: another #tuscan story on our Facebook page Ph. Credits: Franco Fedeli pic.twitter.com/ahlyB86csI

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.