1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Benvenuto nelle Terre di Siena

Micat in Vertice 2018 - 2019

Parte il 22 novembre il “viaggio” lungo 16 concerti con grandi stelle della classica, proposte inedite e in esclusiva i migliori giovani talenti internazionali

Inaugurata nel 1923, la stagione invernale dell’Accademia Musicale Chigiana è tra le più longeve del panorama nazionale; anche quest'anno porterà a Siena, in una formula rinnovata ed esclusiva, accanto agli artisti acclamati in ambito internazionale, alcuni tra i suoi migliori allievi dell'Accademia al loro debutto sulla scena musicale internazionale.

Alexander Romanovsky inaugura il 22 novembre al Teatro dei Rozzi con l’Orchestra Giovanile italiana diretta da Luciano Acocella

I grandi interpreti: Benjamin Grosvenor, Maurizio Baglini, Francesca Dego, Roberto Prosseda, Paolo Grazia, Edgar Moreau

Le voci: Monica Bacelli, Laura Polverelli, Eleonora Contucci, Elina Duni

Le formazioni cameristiche: Il Quartetto Brentano, il Trio Metamorphosi

Il ritorno della grande musica barocca con la formazione tedesca Lautten Compagney

I giovani talenti chigiani: il Quartetto Gyldfeldt di Lipsia

Le proposte inedite: Sun Hee You con il sound artist Martux_m.
.
Le formazioni chigiane: il Coro della Cattedrale “Guido Chigi Saracini”, il Chigiana Children’s Choir assieme al Coro di Voci Bianche del Teatro Regio di Torino

Chiusura di Stagione con Daniele Rustioni alla testa dell’Orchestra della ToscanaEdgar Moreau violoncello solista

La Stagione di Siena è il payoff che definisce la Stagione di Concerti invernale dell’Accademia Musicale Chigiana Micat In Vertice, una tra le più longeve ed apprezzate del panorama nazionale, giunta quest’anno alla 96ª edizione. Con un sottotitolo dedicato al tema del “viaggio” e una formula rinnovata ed esclusiva, il cartellone comprende artisti di grande fama internazionale accanto ad alcuni tra i migliori Talenti Chigiani e proposte inedite e realizzate in esclusiva per questa Stagione.

Come da tradizione, la Stagione si apre il 22 novembre, ricorrenza di Santa Cecilia, al Teatro dei Rozzi, con uno straordinario concerto che vede la partecipazione del grande pianista ucraino Alexander Romanovsky, acclamato in tutto il mondo, insieme all’Orchestra Giovanile Italiana, una delle maggiori realtà giovanili italiane, valorizzata dall’Accademia Chigiana quale orchestra in residence del corso di Direzione d’orchestra. Il concerto sarà diretto da Luciano Acocella, che a un’intensa attività concertistica internazionale unisce, a fianco di Daniele Gatti, il ruolo di co-docente a questo corso di perfezionamento chigiano. Il programma della serata, incentrato sul monumentale Concerto n. 4 per pianoforte e orchestra e sulla Terza Sinfonia “Eroica” di Beethoven, presenta in apertura una delle più celebri partiture di Iannis Xenakis, il preziosissimo Aroura, per orchestra d’archi.

Il 7 dicembre l’oboe e il pianoforte di Paolo Grazia e Roberto Prosseda seguiranno un percorso che, partendo dal romanticismo di Schumann e Mendelssohn, attraverso le sonorità francesi tardo ottocentesche di Saint-Saëns e novecentesche di Poulenc, giunge alla contemporaneità italiana di Berio e di Gardella, del quale viene presentata in prima esecuzione italiana D’autres arabesques.

Con “Partir”, l’affascinante vocalist Elina Duni, una delle artiste di punta della prestigiosa e innovativa casa discografica tedesca ECM, darà voce il 14 dicembre a un “viaggio” appassionante vissuto attraverso le suggestioni dei canti slavi, orientali e svizzeri, senza trascurare l’Italia e le culture sonore mediterranee.

Il Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”, diretto da Lorenzo Donati, sarà protagonista nelle festività di Natale e Pasqua, con due splendidi concerti, rispettivamente il 21 dicembre e il 19 aprile. Il Concerto di Natale, dal titolo Cantate Domino, organizzato in partenariato con l’Arcidiocesi, presenta un “viaggio” inedito e affascinante nella polifonia veneziana del Cinquecento di Giovanni e Andrea Gabrieli con voci e strumenti. Nel periodo della Pasqua, il 19 aprile, il Coro proporrà ben due concerti: il primo, il pomeriggio, a Palazzo Chigi Saracini, con un originale programma dedicato alla musica sacra per le immagini del cinema, con autori quali Morricone, Rota, Nyman, Pärt, David Lang; il secondo, a ingresso gratuito in Cattedrale, vede la partecipazione di Cesare Mancini all’organo con l’imponente Via Crucis di Liszt (posti riservati per i possessori dell’abbonamento Micat In Vertice).

Il 2019 si apre con lo straordinario concerto del Quartetto Brentano, una delle formazioni più conosciute a livello mondiale. Il celebre quartetto americano si esibirà il 18 gennaio con un programma che vede accanto ad autori molto conosciuti come Haydn e Mendelssohn la proposta di uno dei più interessanti compositori di oggi, lo statunitense Matthew Aucoin, considerato uno dei più promettenti giovani talenti musicali e operistici del mondo.

Il 1. Febbraio ancora un’eccellente formazione cameristica: il celebre mezzosoprano Monica Bacelli salirà sul palco insieme al Trio Metamorphosi, per dare vita ad un programma molto particolare: uno straordinario “viaggio” attraverso le melodie popolari scozzesi rilette da Joseph Haydn e Ludwig van Beethoven.

Un autentico concerto d’esordio sarà quello del Quartetto Gyldfeldt, il 22 febbraio per la serie Talenti Chigiani in concerto. I giovani artisti tedeschi, tra i migliori della loro generazione, sono stati allievi di Günter Pichler nel corso di Quartetto d’archi e musica da camera dell’Accademia Chigiana dell’estate 2018. La Micat in Vertice si conferma così un trampolino di lancio esclusivo per i giovani allievi dell’Accademia, destinati a diventare protagonisti della scena musicale del futuro. In programma musiche di Mendelssohn, Janáček e Grieg.

Il 1 marzo, in pieno carnevale, la giovane pianista Sun Hee You e il sound artist Martux_m coinvolgeranno il pubblico in un’inedita ed esaltante commistione di stili e di espressioni artistiche che, partendo dal Carnevale di Vienna di Schumann e da una selezione di capolavori pianistici di Skrjabin e Kapustin, arriverà alle nuove sonorità di uno dei più straordinari “creatori sonori” del nostro tempo.

Francesca Dego, stella dell’arte violinistica internazionale ed ex allieva chigiana, apparirà l’8 marzo in un’inedita formazione cameristica, comprendente Martin Owen al corno e Maurizio Baglini al pianoforte. Il programma, di grande suggestione, affianca a Schumann e Brahms il Trio di Ligeti “Omaggio a Brahms” e il capolavoro di Messiaen Des canyons aux étoiles.

Il 29 marzo la grande musica barocca torna nella Micat in Vertice con la formazione tedesca Lautten Compagney e il soprano Eleonora Contucci per un programma dedicato allo Händel degli anni italiani, messo a confronto con i protobarocchi Merula e Cavalli e il contemporaneo Corelli.

Ancora un “viaggio”, per un nome assai noto della scena lirica e particolarmente caro al pubblico senese: Laura Polverelli sarà protagonista, assieme al pianista Matteo Fossi, il 12 aprile della serata “Suggestione di viaggio” dedicata alla grande arte vocale tedesca di Mahler e Richard Strauss (del quale nel 2019 ricorrono i 70 anni dalla scomparsa) e soprattutto francese di Debussy, Ravel e Duparc.

Oltre al Coro polifonico “Guido Chigi Saracini” l’altra importante realtà corale che ruota intorno all’Accademia Chigiana è il CH3-Chigiana Children’s Choir, il coro di voci bianche diretto da Raffaele Puccianti, che il 3 maggio si esibirà in un programma arricchito dalla presenza del Coro di Voci Bianche del Teatro Regio di Torino diretto da Claudio Fenoglio.

Il 10 maggio sarà il momento di uno dei concerti più attesi della Stagione: Benjamin Grosvenor, giovane, ma già affermatissimo solista, una delle grandi stelle del pianismo internazionale, impegnato in un programma che spazia da Schumann a Janàček, da Prokof’ev a Liszt.

Il 17 maggio, in chiusura della Stagione, l’atteso ritorno dell’Orchestra della Toscana, diretta da Daniele Rustioni, altra stella internazionale di formazione chigiana. Il grande violoncellista Edgar Moreau parteciperà alla serata con l’esecuzione del Concerto per violoncello e orchestra n. 1 di Saint-Saëns, uno dei capolavori assoluti del repertorio sinfonico. Il programma sarà completato dalla travolgente Carmen Suite di Bizet e dall’intensa Sinfonia n. 2 di Sibelius.

I concerti avranno luogo per la maggior parte nel Salone dei concerti di Palazzo Chigi Saracini (via di Città, 89). Le altre sedi: Teatro dei Rozzi (22 novembre e 17 maggio), Cattedrale (21 dicembre e 19 aprile sera), Chiesa di Sant’Agostino (3 maggio).

Come consuetudine, l’Accademia Musicale Chigiana offrirà a studenti e ragazzi sotto i 26 anni di età e a chi abbia compiuto 65 anni la possibilità di assistere ai concerti del cartellone invernale usufruendo di forti riduzioni sul prezzo di biglietti e abbonamenti.

Biglietti di ingresso al prezzo di € 5 per i possessori della Carta Universitaria “Studente della Toscana” e per gli studenti del Polo Musicale e delle scuole primarie e secondarie senesi, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Speciali convenzioni con altri enti e associazioni.

Le attività dell’Accademia Chigiana sono rese possibili grazie al sostegno determinante della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Banca Monte dei Paschi di Siena, Opera della Metropolitana e Arcidiocesi di Siena.

Un ringraziamento speciale va al Rotary Club Siena Est e al Professor Nicola Carretti per il sostegno ai concerti della Micat in Vertice del Chigiana Children’s Choir e dei Giovani Talenti Chigiani.

Infine, l’Accademia Chigiana ringrazia i media partner: Radio 3 Rai, Classica HD, Amadeus, La Nazione QN, Radio Siena TV e Siena News.

Tutto il programma sul sito dell'Accademia Musicale Chigiana, tel. 0577.22091, www.chigiana.it.

Direzione artistica
Accademia Musicale Chigiana
Tel. 0577 22091
Fax 0577 220936
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Amiata: il più grande vulcano spento della #Toscana . Mount #Amiata : the biggest extinguished volcano in #Tuscany . Ph via @SIENANEWS website pic.twitter.com/aliMzzZXYm
Terredisiena Non servono parole nell'ora della bruma. No words are needed in the mist hour. Credits Giuseppe Moscato via @VisitTuscany #Toscana #Tuscany pic.twitter.com/SnQMHo3Cgx
Terredisiena Chianciano Terme:la ninfa e la super luna su Facebook #Chianciano Terme:the Nymph and the Supermoon on Fb page #Tuscany #ToscanaOvunqueBella pic.twitter.com/OvCfAEN8HJ

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.