1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Colle di Val d'Elsa

collevedutaaltoColle di Val d’Elsa è arroccata, nella sua parte più antica, su di un alto poggio e le strette vallette che la contornano ne tripartiscono il tessuto urbano diviso anticamente in “Piano”, “Borgo” e “Castello ” oggi semplificati in Colle bassa e Colle alta.
E’ di fatto la sintesi della cultura del fare della Val d’Elsa.
Qui è nata l’industria del vetro sul finire del ‘500, progenitrice del fenomeno cristallo per il quale Colle è famosa in tutto il mondo. Ma a noi moderni visitatori la città offre infinite suggestioni (comprese quelle gastronomiche con un paio di tavole di grande pregio) da quelle d’arte riunite nel Museo civico e di arte sacra, ospitato nel palazzo dei  Priori che è già di per sé un’opera d’arte, a quelle della storia che sono custodite nella eccezionale collezione del Museo Ranuccio Bianchi Bandinelli.

Questa collezione ha oggetti unici come i reperti della raccolta Terrosi e le rarissime “kelebai” volterrane.
Ma non ci si può staccare da Colle senza aver prima percorso il Borgo che racconta ancor oggi della medievale industrializzazione, senza aver ammirato il Duomo, senza aver reso omaggio alla casa torre alla fine di via del Castello dove la tradizione vuole sia nato Arnolfo di Cambio.
Un tesoro d’arte e d’architettura è senza dubbio l’ex Conservatorio di San Pietro progettato dal Vasari e che è destinato ad ospitare tutti i musei della città.
Ma altre sono le suggestioni architettoniche di Colle: da Palazzo Campana, che di fatto chiude la sommità di “Castello”, al Teatro dei Varii, dal Convento di San Francesco alla via delle Volte, un camminamento di cento metri che racconta una fotografia medievale del Castello.
Innumerevoli sono le opere d’arte che nella città di Arnolfo si custodiscono: a cominciare da quelle di Cennino Cennini altra gloria cittadina, pittore eccelso vissuto a cavallo tra Tre e Quattrocento. Insomma una città gioiello dove arte e storia si fondono in uno stile di vita che per il moderno visitatore è fatto anche di accoglienza di altissimo livello e di raffinate occasioni di shopping.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena dal 6 novembre al 18 dicembre al Museo Civico di Siena Sette Note in Sette Notti goo.gl/JHysW3 pic.twitter.com/po1fPnWrCB
Terredisiena Alle ore 18 del 1 novembre Daria Bignardi presenta a Pienza il suo libro l'Amore che ti meriti goo.gl/pkJGIY pic.twitter.com/qqMWjLx4e4
Terredisiena 8-16 novembre a San Giovanni d'Asso la Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. goo.gl/MSrsxi pic.twitter.com/vrxQJ8ArFE

I NOSTRI VIDEO