1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Torna alla Home

Letture consigliate

 

Bambini

  • "Un si butta via nulla"
    Fiorenza Mannucci - Ed Cantagalli
  • "La selva del lago - il bosco di Siena nel medioevo"
    Sarita Massai ed. Protagon
  • "Il Palio di Duccio"
    Mauro Balani - ed. Il Leccio
  • "Il Bianco delle Torri - Idilio Dell’era"
    ed. Pugliese
  • "Viaggio sul Treno natura"
    ed. Nuova Immagine editrice
  • "Lapo sei un lampo"
    la favola del Palio - Maria Grazia Florido - Alessandro Grazi - Ed. Betti
  • "Alla scoperta di Siena"
    guida città per bambini ed. Betti

 


 

Territorio

  • "Siena il sogno Gotico"
    Guida - Civai - Toti - ed. Alsaba
  • "Breve storia di siena"
    Catoni ed. Pacini

 

 

 

Servizi per bambini

 

Biblioteche

  • Spazio Bibliobimbi - biblioteca per bambini e spazio giochi-Biblioteca Comuale di Asciano (presso Mediateca Comunale "Mario Monicelli" di Asciano)
    Via Fiume,8 Asciano (SI)
    Telefono: 0577/717233
    Email: 
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    ORARI DI APERTURA
    Martedì 10:00 - 13:00
    Giovedì 16:00 - 24:00
    Venerdì 17:30 - 24:00
    Sabato 15:00 - 20:00
    (Nei mesi di Giugno -Luglio 2011 il giovedì e il venerdì la Mediateca chiuderà alle ore 22.00; chiuso ad Agosto)

Centri Animazione Baby Sitter

  • Giocolenuvole 
    Centro per bambini e per le bambine, fornisce un servizio di animazione, mini club e baby-sitter individuale e di gruppo. Inoltre “Tata in Gita” per uno più giornate di soggiorno per gruppi turistici o accompagnamento individuale bambini in viaggio.
    Strada di Monastero, 1 Loc. Costafabbri 53100 Siena
    Tel. 0577 391006
  • Questa Tata 
    Baby parking - Spazio giochi - Programma di giochi e laboratori per genitori e bambini insieme- Feste di compleanno per tutte le età- 
    Strada Massetana Romana, 50/e scala C. Siena -Tel. 3396883752 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.questatata.it
  • Centro Gioco Pollicino 
    Centro Gioco Educativo - Fornisce servizio Baby-sitter.
    Via G. Di Vittorio 105 - 53042 Chianciano Terme (Si)
    Tel. 0578 64301 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Scubidù 
    Asilo nido baby parking per bambini da 1 a 3 anni.
    Via Martiri della Libertà, 1 – 53041 Asciano
    Tel. 0577 717053
    E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Giocoarmonia 
    Centro gioco dalla preinfanzia all’infanzia – Attività motoria - Fornisce servizio baby-sitter.
    Via f.lli Rosselli, 13 – 53022 Buonconvento
    Cell. 347 82 51 892
  • Marcondirondello 
    Centro gioco – Fornisce servizio baby-sitter.
    Lo. S.Regolo 53013 Gaiole in Chianti
    Tel. 0577 747266

Guide, Escursioni, Natura

  • Associazione Guide Turistiche Siena e Provincia 
    Sezione Siena e Provincia
    Piazza Madre Teresa di Calcutta, 5 - 53100 - Siena
    Telefono 0577 43273 - Fax 0577 43279
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    www.guidesiena.it
  • A.I.G.A.E - Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche 
    Coordinamento Provinciale
    c/o Maria Maddalena Zuddas
    Via Fiume, 60 53036 Poggibonsi
    Tel. 335 7010657 - Fax 0577 936288  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    www.borghitoscani.com/siena/escursioni-siena.htm

 

Modi di fare e di dire

 

Modi di dire

  • “Chiacchierare”
    parlare e scambiare emozioni.
  • “Senza lilleri ‘un si lallera”
    equivalente di “chi non ha quattrini non abbia voglie” - i “lilleri” sono i soldi.
  • “Tarabaralla”
    si usa per dire “meno male/ almeno questo”.
  • “Spoggettare”
    essendo il poggio la collina, sta per aver superato un ostacolo, sia in senso materiale che psicologico.
  • “Cittino / Cittina”
    è il bambino/bambina come citto/citta sono il ragazzo e la ragazza. Per questo, il Palio appena vinto, cioè neonato, viene detto il cittino e i contradaioli, dopo una vittoria, vanno in giro con il succhiotto, che a Siena si chiama “ciucciolo”, come succhiare è “ciucciare”.
  • Granocchia
    la ranocchia.
  • “Un monte di…”
    sta per tanti, molti…es. “un monte di soldi”, “c’era un monte di gente”.
  • “Il bobo”
    è lo spauracchio dei bambini, come l’orco.
  • “La paura della gatta gnuda”
    ...si dice hai bambini “che hai paura, della gatta gnuda?” per esorcizzare le paure.
  • “Gnudo”
    sta per ignudo.
  • “Briaco”
    è ubriaco.
  • “Il fazzoletto”
    a Siena è, tout cour, il foulard con i colori della contrada. “Portare il fazzoletto”, “con il fazzoletto al collo”...
  • “Chiappare”
    è prendere: “ti chiappo!”, “giocare a chiapparella”.
  • Una filastrocca che si canta ai bambini - anche grandicelli - facendoseli saltare sulle ginocchia:
    “Cavallino arrì arrò / prendi la biada che ti do / te ne do un sacchettino / per andare al mio mulino / il mio mulino è rovinato / il mugnaio s’è impiccato / s’è impiccato con la catena / la su’moglie fa la cena / la su’ moglie ha fatto un mimmi / che si chiama Ciribilli / Ciribilli è andato in Francia / con la spada e con la lancia / e co’ un coltellino in mano / pe’ ammazzare il capitano / capitano di Cortona / quello che fa l’erba buona / l’erba buona un fa finocchio / la su’ moglie ha perso un occhio / un occhino un occhiale / porta il bombere a rinferrare / fagli una bella rinferratura / ecco l’asino e la mula / e la mula del pievano / quella che porta sestaia di grano / sei di bianco sei di rosso / fuggi pecora che c’è l’orso / sei di bianco sei di nero / fuggi pecora per davvero!!!!!”
    Esiste una versione più breve:
    “Cavallino arrì arrò / prendi la biada che ti do / prendi i ferri che ti metto / per andare a San Francesco / a San Francesco c’è un altare / con tre monache a pregare / ce n’è una più vecchietta/ Santa Barbara Benedetta!!!!!

Modi di fare

  • “Il giro”
    nei giorni della festa titolare –il Santo protettore di ogni contrada-, i monturati (alfieri e tamburini con il costume della contrada che, nell’insieme si chiamano Comparsa) girano per tutta la città per rendere omaggio alle consorelle (le altre 16 contrade, meno l’avversaria) es. “Il 29 giugno gira la Chiocciola”.
  • “In sacca ceci/a saccaceci”
    portare in saccaceci è trasportare qualcuno sulla propria schiena, in senese “groppa”. Probabilmente deriva dal portare un sacco di ceci.
  • “Giocare al palio”
    è un gioco che i bambini senesi fanno d’estate per le strade di Siena e della propria Contrada. Un bambino fa il cavallo e un altro il fantino. Il fantino tiene il cavallo per la maglietta. A due a due rappresentano una contrada e corrono un palio, secondo un percorso prestabilito, ricco di curve, salite e discese. Al cavallo viene messa sulla fronte, o se la tiene con una mano, la spennacchiera (vedi). C’è anche un mossiere, colui che decide la partenza. Il ruolo di mossiere tocca sempre ai bimbi più pigri e grassocci. I colori della propria contrada vengono affidati, senza discussioni, ai più veloci - almeno vince di sicuro - e l’avversaria non vuole “impersonarla” nessuno perché è proibito vincere, si viene “nerbati” e, possibilmente, bisogna sceneggiare cadute rovinose...
  • Spennacchiera
    nel Palio rifinisce i finimenti del cavallo. Ha i colori della contrada ed è il simbolo che determina la vittoria nel caso il cavallo arrivi primo scosso (senza fantino). I bambini, usando cartoncini e colori, disegnano spennacchiere di ogni contrada da usare, poi, per giocare al Palio.
  • Tappini
    al posto dei barberi, su superfici in cui questi ultimi non sono adatti - tipo muretti (o murelli, come si dice a Siena) - da cui scivolerebbero subito, si usano tappi di bibite. Durante le cene in contrada i bambini passano a raccogliere i tappi dai tavoli. Vengono, poi, applicati all'interno, dei ritagli di carta rotondi, colorati con i simboli ed i colori delle contrade.

 

Il Mondo Rurale

Dalla fine del Medioevo agli anni ’60 del ‘900 l’economia di queste terre si è retta su un rapporto tra proprietari terrieri e contadini che, secolo dopo secolo, generazione dopo generazione, ha disegnato il paesaggio.

Le fattorie

All’interno della campagna senese è possibile trovare delle fattorie dove si ha la possibilità di vedere, conoscere, assaggiare e partecipare all’attività di produzione.
E’ il modo per comprendere i metodi di lavorazione contadina che portano alla coltivazione dell’ulivo o alla cura degli vigne.
Gesti provenienti da un tempo lontano, ma che ancora adesso guidano alla conoscenza di quel lavoro che fa giungere poi, sulle nostre tavole, la frutta, la verdura, il latte, l'olio extra vergine di Oliva e il vino.
Cibi sani e naturali da gustare e da assaporare.

Le fattorie fortificate

Paesaggi diversi ed un unico filo conduttore: le Grance, le fattorie fortificate che custodivano i raccolti e le riserve alimentari dell'antico Spedale del Santa Maria della Scala a Siena, quando l'Istituzione era, oltre che ospedale, rifugio per i pellegrini e orfanotrofio, anche una potenza economica, grazie alle donazioni, soprattutto di terreni.
Lo stemma del Santa Maria, una scala sormontata da una croce, segnerà tutte le Grance che si incontrano su questo interessantissimo itinerario, da Cuna, in Val d'Arbia, forse la più esemplare Grancia dal punto di vista architettonico, a Serre di Rapolano, dove la Grancia è oggi museo dedicato proprio alla storia e alle attività delle Grance, a Montisi, la cui Grancia è inglobata nel paese, fino a Castelluccio e Spedaletto.

Le fattorie didattiche

Le Fattorie Didattiche sono Aziende agricole, agrituristiche e non, che hanno processi agricoli in armonia con l'ambiente: il pascolo naturale e la produzione del latte e dei formaggi o la tosatura e la lavorazione della lana, i frutteti di antiche varietà, il compostaggio e il rispetto della fertilità degli animali, l’impollinazione naturale e il ciclo del miele, la cura e la conservazione di siepi e stagni presenti in azienda, la coltivazione delle erbe officinali ed altro ancora.
La Fattorie Didattiche ospitano programmi di didattica ambientale sia residenziali, con durata di alcuni giorni e alloggio in fattoria, che giornalieri o di poche ore.
Sono aperte a bambini e ragazzi di tutte le età e dedicate particolarmente alle scuole.
Per approfondire: www.fattoriedidattiche.provincia.siena.it

I laboratori del gusto

Alcune ricette tipiche della cucina senese, di facile esecuzione anche per i bambini. La cucina senese ha origini “povere” e contadine, è fatta di prodotti semplici: si usava, stagionalmente, quello che offriva la terra.
Fatele preparare ai vostri bambini... le ricette sono molto facili e si divertiranno!

 

Facebook

Twitter - @Terredisiena

Terredisiena Sulla nostra pagina Facebook gli eventi e le descrizioni per la nuova edizione del #TrenoNatura ! #Toscana #ValdOrcia pic.twitter.com/2GCMKlZ69Z
Terredisiena Amiata: il più grande vulcano spento della #Toscana . Mount #Amiata : the biggest extinguished volcano in #Tuscany . Ph via @SIENANEWS website pic.twitter.com/aliMzzZXYm
Terredisiena Non servono parole nell'ora della bruma. No words are needed in the mist hour. Credits Giuseppe Moscato via @VisitTuscany #Toscana #Tuscany pic.twitter.com/SnQMHo3Cgx

I NOSTRI VIDEO

Il nostro sito utilizza i cookies per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookies.